Turchia, cultura e società

Category archive

Racconto - page 2

Farfalle bianche

in Racconto/Scritture

Uno dei divani nel salotto era stato aperto per me, mia nonna aveva preparato il letto, steso le mie lenzuola preferite, sulla federa c’erano i “barbapapà”. Non mi avevano fatto dormire nel mio letto quel giorno.

Leggi tutto

Ritorno

in Racconto/Scritture

Perché sono venuto qui
perché tornare su questa terra
circondata d’acqua su tutti i lati
su quest’isola arida?
Sono venuto
su questo pezzo di terra

Leggi tutto

Al bar

in Racconto/Scritture

Lavoravo in un bar. Eravamo quattro persone. Io, il cameriere Halil, il cuoco Murat e la direttrice, la signora Aydan.
Murat il cuoco sedeva su uno sgabello accanto al bancone della cucina…

Leggi tutto

La E di Elif

in Racconto/Scritture

Diciamo che è notte. Il sonno di un neonato si diffonde piano piano in ogni stanza. Neriman, con quell’orgoglio a metà sorpreso di essere diventata nonna in giovane età, ascolta il cuore della bambina sfiorandola con la punta delle dita.

Leggi tutto

Saracinesca

in Racconto/Scritture

Quello che chiami essere umano, una montagna dal capo fumoso. 
Quella che chiamiamo Via della Coercizione; dopo aver fatto forse dieci, forse venti giri da cima a fondo, da fondo a cima nell’unica strada della città in cui si possa girare, ci siamo stufati parecchio. 

Leggi tutto

L’uomo inutile

in Racconto/Scritture
  • SFA_LA-3.png
  • SFA_LA-1.png
    'Lüzumsuz Adam' - Eren Topçu per Kaleydoskop
  • SFA_LA-5.png
    'Lüzumsuz Adam' - Eren Topçu per Kaleydoskop
  • SFA_LA-4-1.png
  • SFA_LA-2.png

Sono diventato un tipo strano. Il mio occhio non vede nessuno, non voglio che nessuno bussi alla mia porta. Neppure gli uomini più adorabili del mondo che sono i portalettere…

Leggi tutto

Uccelli di Legno

in Racconto/Scritture

La porta della stanza si aprì d’un tratto, una testa rossa si sporse all’interno. Si udì la voce affannata e impaziente di Dijana:
«Dai muoviti Felicita! Non possiamo aspettarti tutto il giorno! Alza quel culo dal letto. È dentro che sei morta ragazza mia, dentro!»

Leggi tutto

Go to Top