Turchia, cultura e società

Blackout – The dark side of Istanbul di Coşkun Aşar

in Schermi

Blackout – The dark side of Istanbul è il lavoro fotografico di Coşkun Aşar, un libro di 144 pagine con testi di Bruno Le Dantec che racchiude il lungo lavoro che ha portato il fotografo turco, già allievo di Ara Güler, a perdersi nelle pieghe più oscure della città di Istanbul, tra figure marginali, sui confini sempre mobili di una società in perenne cambiamento. Blackout è anche una mostra in esposizione in Italia a Senigallia fino al 31 marzo 2019.

Bruno Le Dantec descrive con queste parole Blackout: “è un romanzo visivo del lato oscuro di Istanbul. Contiene diversi livelli e storie includendo parte dell’autobiografia di Coşkun e della sua esperienza. Documenta anche un luogo e uno stile di vita che scompaiono. Per farlo, Coşkun Aşar guarda alla propria vita e alle vite di coloro che si trovano nel suo ambiente circostante che diventano visibili quando le luci si spengono. Negli ultimi venti anni ha seguito e osservato persone nel lato oscuro di Istanbul, in un importante spazio storico e culturale della città, chiamato Beyoğlu. Coşkun abitava nello stesso quartiere di Beyoğlu dove vivevano questi emarginati. È diventato amico dei bambini di strada, membri delle gang, prostitute, papponi, insieme agli individui della comunità transgender che sono principalmente impegnati come lavoratori del sesso. Lo chiama il lato oscuro di Istanbul, un’area in cui gli abitanti sono socialmente esclusi e isolati, eppure un’area che diventa viva di notte. Coşkun ha vissuto in tutte queste vite e ha condiviso la vita con loro lì dentro. […]”.

 

 

 

 

 

 

 

Latest from Schermi

Ayıp Şehir

“Un quartiere nel cuore di Istanbul è in corso di demolizione. Le
Go to Top