Turchia, cultura e società

Tag archive

Diyarbakir

Mübin Dünen, tournée italiana

in Brevi/In Italia/Suoni by

Mübin Dünen, classe 1977, originario di Silvan nella provincia di Diyarbakır, è un interprete di musica tradizionale turca e curda. Si accompagna con il santur, il ney, le percussioni. Ha fatto parte di molti progetti collettivi collaborando tra gli altri con Koma Amed, Metin Kemal Kahraman, Ciwan Haco, Şeval San. Per 15 anni ha vissuto in…

Leggi tutto

Fiera del libro a Diyarbakır

in Eventi/Eventi in corso by

Comincia oggi e dura cinque giorni la 6° edizione della Fiera del libro di Diyarbakır. Organizzata da Tüyap e dall’Unione degli editori turchi (Türkiye Yayıncılar Birliği) con la collaborazione degli enti locali e di altre organizzazioni della regione, la Fiera del libro propone un programma ricco di appuntamenti. Ospite d’eccezione di questa edizione è Mıgırdiç Margosyan,…

Leggi tutto

Corone

in Racconto by

Come in tutto il paese anche a Arkanya subito prima del colpo di stato correvano quei brutti giorni. Ma qui la situazione era un po’ diversa.

Leggi tutto

Avesta, nove titoli ritirati

in No Censura/Scritture by

Avesta Yayınları  è la prima casa editrice in Turchia che pubblica libri in lingua curda. Con sede a Diyarbakır, a 23 anni dalla sua fondazione resta la più importante – insieme alla casa editrice Lîs che si occupa principalmente di letteratura in curdo –  nella diffusione di saggi storici e sociologici sul Kurdistan, racconti e storie…

Leggi tutto

6° Festival del teatro di Amed

in Brevi/Eventi in corso/Schermi by

Con il titolo “Dai sogni alla libertà” (Düşlerden Özgürlüğe), si apre il 4 maggio il 6° Festival del teatro di Amed.  Fino al 13 maggio in diversi spazi culturali di Diyarbakir, Teatro della città di Amed, Casa della cultura e Du Çem Cafe, saranno messi in scena spettacoli di compagnie provenienti da Istanbul, Van, Mahabad,…

Leggi tutto

Saracinesca

in Racconto/Scritture by

Quello che chiami essere umano, una montagna dal capo fumoso. 
Quella che chiamiamo Via della Coercizione; dopo aver fatto forse dieci, forse venti giri da cima a fondo, da fondo a cima nell’unica strada della città in cui si possa girare, ci siamo stufati parecchio. 

Leggi tutto

Go to Top