Turchia, cultura e società

  • Carbone_11_Yatagan-1.jpg
    Avanzamento della miniera di carbone che fornisce carbone alla centrale di Yatagan; gli uliveti vengono fatti saltare in aria con la dinamite
  • Carbone_10_ex-sindaco-di-Yesilbagcilar.jpg
    L'ex sindaco di Yesilbagcilar all'esterno della sua nuova residenza a Yesilbagcilar nuova; il villaggio che amministrava un tempo non esiste più: metà è stato già dato in pasto all'espansione della miniera di Yatagan, l'altra metà delle abitazioni sono in attesa di essere rase al suolo. Il vecchio villaggio di Yesilbagcilar sparirà dalle mappe geografiche, mentre i residenti, costretti a vendere le proprie case e i propri terreni - a prezzi estremamente bassi - hanno subito un trasferimento forzato in un agglomerato di case costruito dall'ente governativo TOKI. Il rischio è che a breve anche il nuovo agglomerato potrebbe essere demolito, dal momento che è stato tirato su a ridosso della miniera (per la quale è prevista una imminente espansione); i cittadini potrebbero dunque subire un ulteriore trasferimento forzato (o tollerare la possibilità che la miniera si estenda nel sottosuolo, sotto i loro piedi)
  • Carbone_7_Sadik-e-la-sua-famiglia.jpg
    Sadik e la sua famiglia vivono di pastorizia sulle sponde del "lago acido", un invaso formato dagli scarti di lavorazione della centrale di Yatagan la cui acqua viene continuamente ripompata per gli impianti di raffreddamento
  • Carbone_6_Gulseven-e-Tayyibe.jpg
    Gülseven e Tayyibe, due donne simbolo della battaglia contro l'espansione della miniera di Turgut, che fornisce carbone alla centrale di Yatagan
  • Carbone_4_Abitanti-Karacahisar.jpg
    Abitanti di Karacahisar all'esterno della caffetteria
  • Carbone_2_Signora-Karacahisar.jpg
    Un'anziana signora di Karacahisar
  • Carbone_1_Sefik.jpg
    Incontro con Sefik, il muktar di Karacahisar, all'unica caffetteria del villaggio
  • Carbone_3_Discarica-Karacahisar.jpg
    La discarica abusiva alle spalle della centrale di Yenikoy, nei boschi del villaggio di Karacahisar

Scenari di una devastazione carbonifera

in Società

Haluk è un chirurgo oftalmico in pensione. Per tutta la sua carriera ha vissuto nel trambusto di Ankara, ma per il suo buen retiro non aveva dubbi: ciò che più gli stava a cuore era investire parte dei propri risparmi per immergersi completamente nella natura. La Turchia offre non pochi contesti in cui la vita bucolica…

Leggi tutto

Zone e l’arte dei graffiti a Istanbul

in Tratti

Zone è un artista di graffiti che lavora principalmente a Istanbul. In questa intervista realizzata per il giornale online Diken dalla giornalista e scrittrice Müjde Yazıcı Ergin, esperta di cultura musicale underground, l’artista racconta le aspirazioni, le pratiche e le difficoltà di lavorare come street artist in una città come Istanbul e più in generale…

Leggi tutto

Punk turco. Una breve storia

in Suoni

Esiste un movimento punk turco? La presenza o meno di una vera e propria scena underground che in Turchia si identificasse nell’etica e nella politica del punk è un argomento tutt’ora dibattuto. Tuttavia durante la fine degli anni ’80 si cominciarono a intravedere i primi segnali della nascita di una piccola comunità che, in particolare…

Leggi tutto

  • 01_Güle-Güle-for-kaleydoskop.jpg
  • 02_Güle-Güle-for-kaleydoskop.jpg
  • 03_Güle-Güle-for-kaleydoskop.jpg
  • 04_Güle-Güle-for-kaleydoskop.jpg
  • 05_Güle-Güle-for-kaleydoskop.jpg
  • 06_Güle-Güle-for-kaleydoskop.jpg

Güle Güle – un racconto fotografico di Istanbul

in Schermi/Società

Intervista ai fotografi Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni. Fotografi di fama internazionale Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni hanno di recente vinto il primo premio della categoria “Discovery” ai Sony World Photography Awards 2019 con il progetto Güle Güle di cui vi presentiamo qui alcuni scatti. I due fotografi iniziano una proficua collaborazione a partire dal 2013, focalizzata…

Leggi tutto

  • 1-maggio-10.jpg
  • 1-maggio-9.jpg
  • 1-maggio-8.jpg
  • 1-maggio-7.jpg
  • 1-maggio-6.jpg
  • 1-maggio-5.jpg
  • 1-maggio-4.jpg
  • 1-maggio-3.jpg
  • 1-maggio-2.jpg
  • 1-maggio-1.jpg
  • 1-maggio-0.jpg

Primo maggio a Istanbul

in Società

Con una galleria di foto scattate da Luca Onesti, vi raccontiamo i cortei e la manifestazione di piazza del 1° Maggio di quest’anno a Istanbul. Centinaia di migliaia di persone, grazie ad organizzazioni del lavoro e sindacati, partiti politici, collettivi e altri gruppi organizzati, si sono riunite a Bakırköy, in uno spazio utilizzato solitamente per…

Leggi tutto

Pınar Selek a Napoli

in Brevi

Sarà nostra ospite a Napoli il 10 maggio Pınar Selek per un incontro organizzato in collaborazione con Non Una Di Meno – Napoli. Femminista e militante, antimilitarista e pacifista, sociologa e scrittrice, esule, Pınar Selek è una delle maggiori intellettuali della Turchia. Da sempre dalla parte degli oppressi, lei stessa è stata al centro di…

Leggi tutto

İlhan Berk – Quattro poesie

in Scritture/Versi

Da Galile Denizi (“Mare di Galilea”), 1958 III. Tempo d’amarsi a Saint-Antoine Questo cielo Non è il cielo di ogni giorno su Saint-Antoine Certo è tempo d’amarsi Per prime si sono aperte le finestre Le formiche sono spuntate fuori dai nidi Il muschio si è ravvivato La volta del cielo si è tesa sempre più…

Leggi tutto

Nuri Bilge Ceylan racconta L’albero dei frutti selvatici

in Schermi

Nuri Bilge Ceylan è il più importante regista turco. Prima di lui il cinema turco era conosciuto solo per Yılmaz Güney, cineasta curdo e comunista, che nel 1982 fu insignito della Palma d’oro per il film Yol/La Strada, girato all’indomani del golpe militare del 1980 mentre era in carcere grazie all’aiuto del suo assistente Şerif Gören. Come…

Leggi tutto

1 2 3 8
Go to Top