Turchia, cultura e società

Diyarbakır: chiusa la ‘biblioteca dei suoni’

in No Censura/Spazi

L’audioteca e archivio sonoro di Diyarbakır (Sesli Kütüphane) rivolta ai bambini disabili è stata chiusa. Il centro era stato inaugurato nel 2014 da parte dell’amministrazione della città a maggioranza curda, con l’intenzione di dare ai giovani non vedenti e a tutti gli interessati la possibilità di ascoltare testi scritti nella propria madrelingua.

Il responsabile della biblioteca Mustafa Demir ha dichiarato all’agenzia di stampa Mezopotamya che il catalogo era stato costituito in collaborazione con diversi pedagoghi, prendendo spunto da progetti simili in diverse parti del mondo. I circa 200 racconti registrati erano stati letti nei dialetti curdi kurmancî, dimilkî e soranî da parte di attori e attrici del teatro comunale di Diyarbakır, insegnanti della scuola materna Zarokistan e alcuni nomi della letteratura curda.

La chiusura della biblioteca è stata decisa dalla nuova amministrazione della città. Il comune di Diyarbakır è stato infatti commissariato nel novembre 2016, dopo l’arresto dei due co-sindaci. Molti dipendenti comunali invece, tra cui lo stesso responsabile della biblioteca, sono stati licenziati nell’ultimo anno.

Latest from No Censura

Vietato diffondere

il distretto di Çukurca in provincia di Hakkari, all'estremo confine sud orientale

Chiuso ufficio LGBTI

Durante la settimana dell’orgoglio di Istanbul l’ufficio SPOD (Associazione per l’Identità Sessuale
Go to Top