Turchia, cultura e società

Tag archive

censura

Sezen Aksu: Vivere è una cosa meravigliosa

in No Censura/Suoni

La popolarissima cantante pop Sezen Aksu è stata presa di mira dal quotidiano filogovernativo Yeni Şafak e dal sindacato degli affari religiosi di Van per il testo di una sua canzone del 2017, Şahane Bir Şey Yaşamak (Vivere è una cosa meravigliosa), registrata con il musicista Yaşar Gaga. Il procuratore della Repubblica di Istanbul le ha…

Leggi tutto

“Cronisti di strada” sotto arresto

in Brevi/No Censura

Il giornalismo di strada in Turchia, basato principalmente su interviste raccolte per strada a persone comuni su argomenti di attualità e politica, ha una rapida e larga diffusione, amplificata dai social, primo tra tutti il canale YouTube. Alla pari di altri media, subisce non meno attacchi. Domenica 12 dicembre all’alba sono stati arrestati tre giovani…

Leggi tutto

‘Alaimisema’: il documentario sugli arresti arcobaleno

in No Censura/Schermi

Il collettivo cinematografico dell’Università del Bosforo ha prodotto ‘Alaimisema’, un documentario sugli eventi che si sono verificati tra il 25 e il 26 marzo scorso quando alcuni studenti che manifestavano a sostegno di un loro compagno indagato per aver fissato la bandiera arcobaleno sui cancelli dell’università, sono stati arrestati di fronte al campus. Nel documentario,…

Leggi tutto

Al via il 14° Documentarist

in Eventi in corso/Schermi

Inizia la 14^ edizione di Documentarist, il festival indipendente del cinema documentario d’Istanbul, che porterà una vasta selezione di documentari da tutto il mondo sia online che nelle sale della città. Come ogni anno infatti Documentarist, insieme a un’ampia selezione di nuovi documentari prodotti in Turchia, proporrà per la prima volta nel Paese alcuni dei…

Leggi tutto

Non si può censurare l’arcobaleno

in No Censura

La 19^ marcia del Pride di Istanbul, già vietata dalla questura nei giorni precedenti, si è comunque svolta incontrando una grande violenza da parte della polizia. Tra i/le manifestanti presi in custodia cautelare, anche il fotografo dell’agenzia AFP Bülent Kılıç, i cui scatti hanno immortalato importantissime manifestazioni degli ultimi anni. Le 25 persone che come…

Leggi tutto

Denunciato per aver condiviso vignette satiriche

in No Censura/Tratti

A più di tre anni dalla sua uscita di scena il settimanale umoristico Gırgır continua a destare malumori per la sua satira politica. Fondato nel 1972, a lungo lettura imprescindibile delle giovani generazioni, settimanale più venduto nel paese durante il regime militare dei primi anni Ottanta e tuttora punto di riferimento per molti aspiranti vignettisti,…

Leggi tutto

Media in Turchia: laboratorio di censura e controllo

in No Censura

A quattro anni dal tentato colpo di stato del 15-16 luglio 2016, lo spazio per il pluralismo dei media in Turchia è sempre più risicato. Nuove leggi già in vigore o in attesa di diventarlo indicano la volontà di tracciare confini ancora più ristretti per le poche testate indipendenti, mentre a dominare la scena sono…

Leggi tutto

Osman Kavala: 1000 giorni in prigione

in No Censura/Società

Lo scorso 27 luglio sono stati raggiunti ormai mille giorni di detenzione di Osman Kavala. Di seguito riproponiamo la dichiarazione rilasciata da Cem Özdemir e Claudia Roth, alla guida del partito tedesco Bündnis 90/Verdi, e quella di Osman Kavala stesso resa pubblica il millesimo giorno della sua incarcerazione. Osman Kavala è trattenuto in custodia cautelare,…

Leggi tutto

Grup Yorum: battaglia per la libertà e per la vita

in Brevi

Aggiornamento: purtroppo a un giorno dalla notizia riportata di seguito, il bassista Ibrahim Gökçek ha perso la vita. Ibrahim non ce l’ha fatta e ha seguito le sorti della cantante Helin Bölek. Il Grup Yorum ha così perso nel giro di un mese due dei sui membri, altri sono in esilio e altri ancora restano in carcere.…

Leggi tutto

In memoria di Helin Bölek, cantante del Grup Yorum

in Società/Suoni

Grup Yorum, lo storico gruppo musicale della sinistra in Turchia si trova in questi giorni a vivere una delle pagine peggiori della sua lunga storia caratterizzata da arresti, repressione e tortura: la perdita della cantante Helin Bölek dopo 288 giorni di sciopero della fame. Fondato nel 1985 da quattro giovani universitari, Grup Yorum è uno…

Leggi tutto

Go to Top