Turchia, cultura e società

  • 10-_27-04-1996.jpg
  • 4-_15-07-1995.jpg
  • 1-27-05-1995.jpg
  • 7-_16-03-1996.jpg
  • 8_-30-03-1996.jpg
  • 5-_20-01-1996.jpg
  • 1-3.jpg
  • 6.jpg
  • 3.jpg
  • 9-_13-04-1996.jpg
  • 2-03-06-1995.jpg
  • 11-_10-08-1996.jpg
  • 4.jpg
  • 12-_05-10-1996.jpg
  • 5.jpg
  • 14-_26-10-1996-1.jpg
  • 23-_19-12-1998-2.jpg
  • 40007.jpg
  • 2-3.jpg

Cumartesi anneleri

in Fotoreportage/Schermi/Società

Dal 27 maggio 1995 ogni sabato alle ore 12.00 le “Cumartesi anneleri” (madri del sabato, in turco) si riuniscono nella piazza Galatasaray di Istanbul. Un gesto per non far dimenticare i figli, vittime di omicidi extragiudiziari o scomparsi dopo essere stati presi in custodia cautelare. Accompagnate da attivisti per i diritti umani e altri parenti dei desaparecidos, le madri chiedono di ricevere dallo Stato risposte sulle sparizioni e giustizia.

La tenacia e la costanza nel dare seguito all’appuntamento anche nei periodi di intensa tensione politica e momenti segnati dagli attacchi della polizia hanno fatto delle “persone del sabato” un simbolo di resistenza e un riferimento per la società civile impegnata per i diritti umani in Turchia. Il raduno è stato sospeso per dieci anni dal 1999 per il numero esiguo dei partecipanti.  Sabato scorso, in occasione della 700esima settimana, è giunta in piazza una grande folla, dispersa con il brutale intervento della polizia. Vi proponiamo di seguito una selezione di immagini dei primi raduni.

Ringraziamo Bianet che ha concesso la riproduzione delle immagini

Latest from Fotoreportage

Scatti da Gezi

In occasione del quinto anniversario delle proteste di Gezi un fotoreportage da

Menzilahir

Menzilahir è un quartiere della città di Edirne abitato prevalentemente  dalla comunità
Go to Top