Turchia, cultura e società

Karşı Sanat: Arte Contro

Spazi by

Karşı Sanat è uno spazio dedicato all’arte fondato da Feyyaz Yaman, artista turco, graffitaro e marxista, quando a Beyoğlu/Istanbul le gallerie d’arte erano un’assoluta novità. Karşı Sanat è un centro culturale, senza scopo di lucro né compravendita, senza padroni né gerarchie, senza una specifica linea artistica ma aperto a molteplici sperimentazioni. Kaleydoskop ha incontrato Ezgi Bakçay, curatrice e membro del gruppo.

Leggi tutto

  • Murat-Başol-2.jpg
  • Zeynep-Özatalay-4.jpg
  • Zeynep-Özatalay-1.jpg
  • Yıldıray-Çınar-8.jpg
  • Yıldıray-Çınar-7.jpg
  • Yıldıray-Çınar-6.jpg
  • Yıldıray-Çınar-5.jpg
  • Yıldıray-Çınar-4.jpg
  • Yıldıray-Çınar-3.jpg
  • Yıldıray-Çınar-2.jpg
  • Yıldıray-Çınar-1.jpg
  • Murat-Başol-3.jpg
  • Murat-Başol-1.jpg
  • Eylem-Koçyiğit-5.jpg
  • Eylem-Koçyiğit-4.jpg
  • Eylem-Koçyiğit-3.jpg
  • Eylem-Koçyiğit-2.jpg
  • Eylem-Koçyiğit-1.jpg
  • Berrin-Simavlıoğlu-6.jpg
  • Berrin-Simavlıoğlu-5.jpg
  • Berrin-Simavlıoğlu-4.jpg
  • Berrin-Simavlıoğlu-3.jpg
  • Berrin-Simavlıoğlu-2.jpg
  • Tarık-Tolunay-5.jpg
  • Tarık-Tolunay-3.jpg
  • Tarık-Tolunay-2.jpg
  • Tarık-Tolunay-1.jpg

Processo Cumhuriyet: intervista agli illustratori

Tratti by

La Turchia sta assistendo in queste settimane a uno dei processi più importanti e controversi della propria storia. Sul banco degli imputati 17 membri dello storico quotidiano Cumhuriyet, considerato da sempre un baluardo della stampa laica del Paese.  La prima udienza del processo si è svolta il 25 luglio scorso, dopo quasi 9 mesi di…

Leggi tutto

Penguen: cronaca di un addio

Tratti by

In un cielo infuocato dai colori del tramonto, un pinguino si allontana in volo ringraziando: “grazie di tutto!”. E’ l’animaletto mascotte del settimanale satirico indipendente Penguen (letteralmente “pinguino”), così raffigurato nella vignetta di copertina del 18 maggio 2017 e generalmente rappresentato in un goffo tentativo di volo. Nel giorno della sua uscita i lettori sanno…

Leggi tutto

CAN [dȜaƞ]: un cuore per la letteratura turca

Scritture/Spazi by

Il mondo editoriale turco ha avuto un enorme sviluppo negli ultimi anni. Nonostante si ripeta di continuo che “in Turchia nessuno legge”, i numeri delineano un quadro completamente differente che può lasciare sorpresi: secondo il rapporto dell’Unione turca degli Editori reso noto a gennaio 2017, nel 2016 sono stati pubblicati più di 56mila titoli dalle quasi 4mila case editrici esistenti, per un totale di oltre 600 milioni di libri. Se è vero che di tutte le pubblicazioni il 27% riguarda edizioni scolastiche, la proliferazione di riviste letterarie, il numero di ristampe dei classici e di certi bestseller locali, la nascita di case editrici medie e piccole a fianco di altre più solide e affermate, sembrano smentire l’affermazione. La questione, quindi, è cosa si pubblica nell’undicesimo mercato dei libri a livello mondiale.

Leggi tutto

Açık Radyo: la radio aperta alle voci di Istanbul

Suoni by

Bertolt Brecht nel 1932 scriveva: “la radio potrebbe essere il più raffinato apparato di comunicazione possibile nella vita pubblica, una complicata rete di tubi. Lo sarebbe se sapesse come ricevere e come trasmettere, come permettere agli ascoltatori di parlare e allo stesso modo di ascoltare, come indurre alla relazione piuttosto che all’isolamento. Per questo la…

Leggi tutto

Il Centro della Caricatura e dell’Umorismo

Spazi by

Nel distretto di Beyoğlu, cuore pulsante di Istanbul e sede di innumerevoli musei e gallerie d’arte, si nasconde uno spazio espositivo sconosciuto ai più. Defilato rispetto ai palazzi storici che delineano i vicoli e le scalette di Pera, aggrappato sul dorso della collina che sale da Kasımpaşa e in parte coperto dal trafficatissimo viale che congiunge Piazza Taksim al Corno d’Oro, il Centro della Caricatura e dell’Umorismo è uno spazio unico nel suo genere.

Leggi tutto

©DisegniPanici

Stato di emergenza per le tartarughe Caretta caretta

Spazi by

Tra le prime tappe della via Licea, oltre cinquecento chilometri che collegano Fethiye con Antalya sulla costa dell’Egeo Occidentale, si trova la valle di Kabak. La valle fa parte del distretto di Faralya, insediamento che risale al 10mila a.C. di origine ittite, soggetto a successivi passaggi di licei, persiani, romani, e abitato dai greci in…

Leggi tutto

  • 1485777663_10.jpg
  • 1485777663_07.jpg
  • 1485777660_04.jpg
  • 1485777658_01.jpg
  • 1485777658_05.jpg
  • 1485777658_06.jpg
  • 1485777659_02.jpg

Liman, i porti di Istanbul in una mostra

Spazi by

Il 28 gennaio è stata inaugurata al museo d’arte contemporanea di Istanbul una mostra intitolata Liman, parola che in turco significa ‘porto’. L’esibizione racconta la storia delle coste e dei porti di Istanbul durante il Novecento attraverso i lavori di 34 artisti e collettivi che negli anni hanno raccontato le relazioni socio-culturali tra gli abitanti di Istanbul e il mare. Gli artisti, tra cui spiccano sia nomi molto importanti dei primi del Novecento come Selim Turan e Abidin Dino, sia collettivi contemporanei come xurban_collective e Darzanà, tentano, attraverso diverse tecniche e in una raccolta di quasi 200 lavori, di rappresentare non solo il concetto di porto in quanto paesaggio fisico ma di investigare questo concetto in riferimento alla storia della città, mostrandone l’immenso patrimonio socio-culturale.

Leggi tutto

Go to Top