Turchia, cultura e società

Tag archive

Beyoğlu

Futuro incerto per i cinema indipendenti

in Spazi

Anche in Turchia l’emergenza sanitaria da Covid-19 sta mettendo a dura prova molti settori, non ultimo quello della cultura. Centinaia di luoghi e realtà di intrattenimento sono stati costretti al ridimensionamento della propria offerta nel migliore dei casi, più spesso al fermo totale. Cinema e teatri, ad esempio, sono stati chiusi dall’oggi al domani il…

Leggi tutto

Ritratto di una teatrante nell’era del cyberpunk

in Fotoreportage/Società
  • 2-copia.jpg
  • 223.jpg
  • 224.jpg
  • 225.jpg
  • DSC05727.jpg
  • DSC06351.jpg
  • DSC07971.jpg
  • DSC08178.jpg
  • DSC08238.jpg
  • DSC09573.jpg
  • DSC09652-1.jpg

Nel corso della storia le strade di Beyoğlu sono state casa per numerosi ubriachi, ladri, assassini, donne di strada, sfruttatori, pittori, cineasti, avventurieri, marinai, facchini, spacconi, nottambuli, dervisci, bambini di strada, transessuali, senza tetto, spacciatori, tossici, musicisti e per tutti i senza approdo di una società di settanta milioni di persone. Ma Beyoğlu non è…

Leggi tutto

I “passages” di Istanbul: la galleria Atlas

in Società/Spazi

Nella storia della letteratura europea, molti scrittori si sono cimentati a descrivere a lungo le gallerie della grandi città europee. “Avessero conosciuto la galleria Atlas, i suoi segreti, i pittori abituali degli anni Novanta, i suoi scrittori, poeti, musicisti e i fautori della cultura underground, le gallerie rivoluzionarie di Parigi sarebbero impallidite.” Con queste parole…

Leggi tutto

Kolay gelsin! Alla scoperta dei vecchi mestieri di Istanbul – 3

in Società/Spazi
©Reysi Kamhi

Dopo l’orologiaio e il venditore di corsetti ecco la terza delle cinque storie tratte da Kolay Gelsin, il volume di Rita Ender sui mestieri di Istanbul: Il riparatore di penne stilografiche – Murat Sönmez, Sirkeci, Yan Sokak Nella canzone “L’encre de tes yeux” Francis Cabrel canta: «Per ogni cosa che ho scritto / ho intinto l’inchiostro dai…

Leggi tutto

Go to Top