Turchia, cultura e società

Tag archive

curdi

‘Il Matto, la Prostituta e lo Scrittore’ di Firat Cewerî
in libreria

in In Italia
fırat cewerı

La casa editrice bolognese Calamaro Edizioni ha pubblicato”Il Matto, la Prostituta e lo Scrittore”, romanzo di Firat Cewerî tradotto da Francesco Marilungo. Il libro, tra i primissimi romanzi contemporanei a essere tradotti in italiano dal curdo, già presentato alla libreria ModoInfoshop di Bologna in presenza dell’autore Firat Cewerî e del traduttore, sarà presentato sabato 10 dicembre…

Leggi tutto

Nûdem Durak, sempre più voci chiedono la sua libertà

in No Censura
Nudem Durak

Aumentano le manifestazioni di solidarietà e le richieste di scarcerazione per Nûdem Durak, musicista curda detenuta da sette anni per la sua musica. Nata in una famiglia di dengbêj e cresciuta nel distretto di Şırnak, nel 2009 Nûdem Durak ha iniziato a collaborare con il centro culturale Mem û Zîn di Cizre tenendo lezioni di…

Leggi tutto

I dengbêj e la musica curda in strada

in Società/Suoni

 “La nostra vita è il breve racconto di un lungo dolore, il racconto di un dolore che versa sangue nell’utero della terra…” Diljîn Kowexî   Nello scenario della musica curda, di particolare importanza è la tradizione dei dengbêj (in curdo deng = voce e bêj = colui che canta o recita), ossia l’articolazione in maniera…

Leggi tutto

‘Jin, Jiyan, Azadî’, le voci delle rivoluzionarie curde in libreria

in In Italia/Scritture

«Una rivoluzione guidata dalle donne, finora, poteva essere solo immaginata o teorizzata. Per la prima volta possiamo vederla incarnata – e scoprire l’amore e il sacrificio che richiede – attraverso le parole di chi la mette in pratica ogni giorno». Da quando in anni recenti si sono accesi i riflettori sulla resistenza contro l’assedio dello…

Leggi tutto

“Mem û Zîn”, il teatro curdo bandito a Cizre

in No Censura

Il governatore distrettuale di Cizre, nella provincia a maggioranza curda di Şırnak, ha bandito lo spettacolo “Mem û Zîn” interpretato e messo in scena dal gruppo teatrale Şermola, di cui avevamo raccontato in un precedente articolo. Mem û Zîn (Mem e Zin) è un adattamento teatrale dell’iconica opera scritta dal famoso autore curdo Ehmedê Xanî…

Leggi tutto

I 2000 giorni in carcere di Nedim Türfent

in No Censura/Società
Opera digitale dell'artista Ai Weiwei creata per il centenario di English PEN ed esposta al Southbank Centre di Londra come parte del festival English PEN 100 (24-26 settembre 2021). Foto: George Torode

Una cinquantina di organizzazioni internazionali hanno sottoscritto un appello per il rilascio del poeta e giornalista Nedim Türfent, in carcere del 2016 e vittima di un processo ingiusto. Facciamo nostro l’appello proponendo di seguito la traduzione italiana uscita su Osservatorio Balcani e Caucaso. “Ci sono così tante ingiustizie nel nostro paese che sono restio a…

Leggi tutto

‘Prigione N. 5’ di Zehra Doğan in libreria

in In Italia/Scritture/Tratti
  • PRISON-N5_INTERNI_STAMPA-1.jpg
  • PRISON-N5_INTERNI_STAMPA-2-513x708-1.jpg
  • PRISON-N5_INTERNI_STAMPA-3.jpg
  • PRISON-N5_INTERNI_STAMPA-4.jpg
  • PRISON-N5_INTERNI_STAMPA-5.jpg

È uscito l’1 aprile Prigione N. 5, il libro di Zehra Doğan per Becco Giallo Editore, casa editrice impegnata nella pubblicazione di fumetto civile, graphic novel e graphic journalism. Il volume raccoglie i lavori realizzati durante la prigionia dell’artista e alcune delle lettere destinate all’amica Naz Oke, la sola a cui le era concesso scrivere,…

Leggi tutto

Un Newroz molto speciale

in Brevi/Eventi/Società

I festeggiamenti per il Newroz, il nuovo anno, si sono tenuti a Diyarbakır nonostante le restrizioni in vigore per la pandemia. Il Newroz di quest’anno è stato un capodanno molto speciale dato che le celebrazioni del 21 marzo – svoltesi come da tradizione il 20 secondo un calendario scaglionato nelle diverse città del paese –…

Leggi tutto

Artissima premia Zehra Doğan

in Brevi/In Italia
My Sunset-Land ROJAVA

La fiera d’arte contemporanea Artissima ha assegnato a Zehra Doğan il premio dedicato a Carol Rama con la seguente motivazione: per la straordinaria capacità del suo lavoro di tradurre un’esperienza fortemente contestualizzata, attingendo a molteplici eredità estetiche. In relazione con l’opera di Carol Rama e con l’intenzione del Premio di trasmettere la sua idea non…

Leggi tutto

Go to Top